COLPA DI TUTTO, COLPA DI NESSUNO

Il gravissimo incidente di Bianchi questa mattina nel corso degli ultimi giri del granpremio di Suzuka ha causato, come era lecito aspettarsi, un enorme polverone d'accuse nei confronti dei soggetti più disparati.

Trovo che sia nella natura umana trovare il più presto possibile un capro espiatorio contro cui potersi sfogare ed accollargli tutte le colpe di un evento tanto tragico.

Purtroppo però non è sempre detto che ci sia e questo è uno di quei casi a mio parere.

Non è stata la pioggia eccessiva o la mancanza di una safety car in quelle condizioni a causare il dramma. Questi elementi semmai hanno contribuito ad innescare un'uscita di pista come se ne vedono a decine durante una stagione di Formula uno.

Questa volta però il destino, la sfortuna, il fato... chiamatelo come volete... ha deciso che non sarebbe andata come le decine e decine di volte precedenti.

L' ipocrisia di accollare le colpe delle condizioni di Jules a Charlie Whiting sono inammissibili. Oltretutto arrivano dalle stesse persone che fino a due ore prima lo avevano maledetto per aver fatto partire la gara sotto regime di safety car accusandolo di eccessiva prudenza!

Non si tratta  nemmeno di negligenza da parte dei commissari di pista  visto che è una prassi normalissima utilizzare mezzi pesanti in regime di bandiera gialla per spostare velocemenete le vetture, solo che abitualmente filando tutto liscio, nessuno se ne accorge, ma non mancano gli episodi in cui si è sfiorata la tragedia negli anni passati

 

schumacher nel 2003

https://www.youtube.com/watch?v=VtshScbX4sk

 

o Heidfeld l'anno prima

https://www.youtube.com/watch?v=-igfGnms_UA

 

solo il caso ha evitato potesse trasformarsi in dramma ben prima di oggi con pioggia o senza pioggia.

Quindi o la colpa è di tutto ciò che il destino ha fatto sì che si concatenasse in questa tragica fatalità (pioggia, ridotta visibilità, vettura di Sutil che esce in quel punto, attesa di Charlie Whiting, perdita di controllo da parte di Jules proprio in quel punto...) oppure non è colpa di nessuno.

Quindi piantiamola con le polemiche che qui c'è un ragazzo che sta lottando tra la vita e la morte e vorrei tanto che fosse proprio lui a suggerire delle soluzioni per far sì che episodi del genere non accadano più.

L'unica cosa che possiamo fare è quella di fargli sentire il nostro affetto #ForzaJules!!!

 

 

 

testo: Stefano Arcari

foto di copertina: http://wtf1.co.uk